Close
Mercoledì, 24 Luglio, 2019

MONDIALI DI BASKET IN CINA  BARILLA AL FIANCO DELLA NAZIONALE ITALIANA LA PASTA PROTAGONISTA DEL MENU’ DEI NOSTRI ATLETI
 

Il Gruppo di Parma, molto attivo nelle sponsorizzazioni sportive, conferma anche in vista dei mondiali 2019
 in Cina il sostegno alla FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) come sponsor della Maglia Azzurra
della Nazionale Italiana di Pallacanestro. Lo chef Marcello Zaccaria di Academia Barilla accompagnerà gli azzurri in questo cammino nel segno della pasta, l’alimento perfetto per lo sportivo – e non solo.
 
A poco più di un mese dall’inizio dei mondiali di Basket 2019 in Cina e dalle sfide con Serbia, Angola e Filippine prende il via con il raduno di Milano l’avventura della Nazionale italiana. Tra tanti campioni, farà parte della spedizione cinese anche un altro simbolo di italianità: Barilla, main sponsor dell’ItalBasket maschile, femminile e giovanile, anche in questa occasione vestirà i campioni agli ordini del CT Meo Sacchetti con il suo logo sulla maglia azzurra per trasmettere i valori vincenti di tradizione, qualità e passione che accomunano pasta e sport.
Del resto, il basket è energia, slancio, impegno, ricerca della perfezione, proprio come la pasta Barilla: E di energia per alimentare il suo sogno l’Italbasket avrà sicuramente bisogno: i prossimi impegni che vedranno protagonista la Nazionale saranno a Trento il 30-31 luglio con le partite amichevole contro Romania e una tra Svizzera e Costa d’Avorio. E, a seguire, il torneo internazionale con Russia, Senegal e Venezuela a Verona dall’8 al 10 agosto, ultima tappa italiana nell’avvicinamento al mondiale cinese.
 
LO CHEF MARCELLO ZACCARIA DI ACADEMIA BARILLA AL SEGUITO DELLA NAZIONALE DI BASKET
Ad accompagnare la nazionale di Basket in Cina ci sarà Marcello Zaccaria, Corporate Chef di Academia Barilla, che organizzerà al meglio il menù dei nostri atleti: del resto le vittorie iniziano anche dalla tavola. Per cui sì alla pasta, simbolo della Dieta Mediterranea, tutti i giorni! Ma sulla tavola non devono mancare altri ingredienti come pomodoro, verdure, parmigiano e pesce. 
“Vogliamo rendere i nostri atleti felici anche a tavola realizzando piatti gustosi, equilibrati e bilanciati tra pasta (una porzione da 100-110 grammi) e condimento, rappresentato in particolare da pomodoro e verdure. “La pasta è perfetta per l’alimentazione dei cestisti sia prima della competizione - essendo un’importante fonte di energia - che dopo per recuperare dopo uno sforzo intenso.
 
PASTA, ENERGIA IDEALE PER LO SPORTIVO, ANCHE A LIVELLO PSICOLOGICO.  
La pasta è particolarmente indicata nell’alimentazione di chi pratica sport, a maggior ragione se a livello agonistico: è una fonte di carboidrati complessi (e di proteine), che forniscono all’atleta energia a lento assorbimento. E’ perfetta prima di un allenamento, se preparata scondita o con un condimento leggero, mentre dopo l’attività sportiva può anche essere consumata insieme ad altri cibi e con condimenti più sostanziosi. E non si contano le testimonianze dei benefici di una “dieta della pasta”, che ormai miete successi anche oltreoceano, nell’Olimpo del Basket. Il sito ufficiale dell’NBA ricorda nella sua sezione dedicata alla nutrizione sportiva che dai carboidrati deve arrivare la quota più elevate dell’intake calorico dell’atleta, citando la pasta, specie se integrale, tra i cibi da preferire. E tra le star dell’NBA non manca chi mette in pratica queste indicazioni. Come Lebron James, che ha dichiarato a Business Insider di mangiare pasta “perché i carboidrati ti aiutano quando devi dare il massimo e giochi per parecchi minuti”. O James Harden, che mangia piatti di pasta (e pollo) prima del match alla griglia per avere tutta l’energia necessaria fino alla sirena finale.
Ma oltre a far bene, la pasta è buona e dà una gratificazione psicologica superiore rispetto ad altri regimi alimentari. Per noi italiani, poi, la pasta è anche il piacere di stare in tavola e della convivialità. Se poi sei un campione dello sport, la spaghettata in compagnia per festeggiare una vittoria importante è quasi inevitabile. Danilo Gallinari, per esempio, ha già le idee molto chiare su cosa chiedere allo chef Zaccaria: “Gnocchetti sardi al gorgonzola, il mio preferito”.
 
PASTA ITALIANA IN CINA: OLTRE 26MILA TONNELLATE NEL 2018, 10 ANNI FA ERANO SOLO 3MILA…
La spedizione Azzurra in Cina coincide quest’anno con un momento particolarmente felice per l’export di pasta italiana in questo Paese dove i noodles la fanno da padrone. E l’interesse a Pechino e dintorni per spaghetti all’italiana è in costante crescita. In valori assoluti, nel 2018 la Cina si è posizionata al 15mo posto tra i consumatori di pasta made in Italy, con 26.500 tonnellate consumate e un valore di circa 21 milioni di Euro. Ma il gradimento per la pasta italiana è praticamente raddoppiato rispetto a 5 anni fa, ed è più di 9 volte superiore rispetto a 10 anni fa, quando ne esportavamo meno di 3000 tonnellate. I primi 3 mesi del 2019 confermano questo trend, +25,4% rispetto allo stesso periodo del 2018.
 
BARILLA E LE SPONSORIZZAZIONI SPORTIVE
La sponsorship da parte di Barilla della Nazionale italiana di Pallacanestro fa parte di un progetto più ampio che ha portato la storica azienda di Parma ad investire nuovamente nello sport e, per la prima volta nella sua storia, ad affiancare una Federazione e le sue squadre Nazionali. A partire dalla storica sponsorizzazione della AS Roma, che vinse lo scudetto nella stagione 1982 -83, sono numerosi gli esempi di collaborazione del Gruppo Barilla con il mondo dello sport: su tutti il grandissimo Roger Federer, fresco protagonista a Wimbledon di un’altra pagina storica del tennis. Come non ricordare, sempre nel tennis Steffi Graf o Stefan Edberg, oppure Francesco Moser nel ciclismo, fino alle più recenti partnership con Federica Pellegrini, Ricardo Kakà, Stephan El Shaarawy e Mikaela Shiffrin e Coco Gauff.