Close
Wednesday, July 26, 2017

“BUONO PER TE” INIZIA DALL’ATTENZIONE PER I PROPRI DIPENDENTI BARILLA IN PRIMA LINEA NEL “PEOPLE CARE”

“BUONO PER TE” INIZIA DALL’ATTENZIONE PER I PROPRI DIPENDENTI
BARILLA IN PRIMA LINEA NEL “PEOPLE CARE”
 
Tra gli elementi distintivi della mission Barilla “Buono per Te, Buono per il Pianeta” c’è anche la grande attenzione per il benessere dei propri dipendenti, come testimoniano le tante iniziative aziendali orientate al People Care: dallo smart working al progetto sì.mediterraneo, fino alla novità dei trattamenti osteopatici in azienda.
 
“Buono per Te”, in Barilla, è puntare a diventare l’azienda preferita dalle persone, promuovendo un’alimentazione sana e gioiosa, ispirata allo stile di vita mediterraneo. Significa, allo stesso tempo, migliorare la vita delle proprie persone, che costituiscono una delle risorse di maggiore valore.
Del resto fin dalla sua nascita, nel 1877, il Gruppo di Parma ha messo al centro del proprio operato il People Care, attraverso tutta una serie di iniziative mirate ad incentivare il benessere delle proprie persone. A cominciare dal fondo sanitario aziendale che è attivo dal 1947 e dal part-time che in Barilla è stato inserito prima che in Italia esistesse un’apposita legge. Scelte che esprimono la volontà di Barilla di aiutare le proprie persone a vivere meglio, attraverso la promozione di scelte alimentari sane e di uno stile di vita equilibrato. Con l’obiettivo di fare dei dipendenti i principali portavoce della visione dell’azienda. Ecco una serie di progetti che testimoniano l’impegno del Gruppo di Parma in questa direzione.
 
L’OSTEOPATIA ENTRA IN BARILLA: PER I DIPENDENTI TRATTAMENTI GRATUITI IN AZIENDA PER PREVENIRE STRESS E MALATTIE
Prevenire le malattie e ridurre lo stress psicofisico grazie all’approccio “dolce” dell’osteopatia, attraverso una serie di trattamenti realizzati direttamente in azienda: questo studio pilota, a cui aderiscono volontariamente 450 dipendenti Barilla, rappresenta una grande novità in Italia in quanto permetterà, per la prima volta, di valutare gli effetti dell'osteopatia sulla vita di lavoratori afferenti a diverse mansioni
Partito lo scorso novembre ed attivo fino ad aprile 2018, permetterà ai dipendenti di usufruire di un trattamento osteopatico in azienda, realizzato a titolo gratuito da un team di osteopati del CIO - Collegio Italiano Osteopatia di Parma, che ha condotto importanti ricerche riguardanti l'effetto osteopatico sullo stress in collaborazione con l'Università di Parma. Ogni trattamento è composto da sei sedute, che avvengono in azienda, in appositi spazi allestiti ad hoc. Obiettivo del progetto è dimostrare come utilizzo dell’osteopatia possa ridurre le assenze per malattia, oltre che migliorare la resistenza fisica allo stress lavorativo. Altro intento è di ottenere una diminuzione del numero di richieste medico-specialistiche, nonché la riduzione dell'assunzione di farmaci da parte dei dipendenti, posto che tipico dell'osteopatia è l'approccio preventivo e non curativo.
 
“SÌ.MEDITERRANEO”: QUANDO LA SOSTENIBILITÀ INIZIA DALLA TAVOLA (AZIENDALE)
Tocca anche la tavola della mensa aziendale l’impegno di Barilla sul fronte People Care. Si chiama “sì.mediterraneo” il progetto di educazione alimentare per i dipendenti del Gruppo Barilla, realizzato in collaborazione con il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell'Università Federico II di Napoli e con il contributo del Barilla Nutrition Advisory Board. Menù sostenibili dal punto di vista ambientale ed equilibrati dal punto di vista nutrizionale per accrescere la consapevolezza dei benefici della Dieta Mediterranea. Ai dipendenti Barilla non solo viene indicato nei menù quale è l’apporto calorico degli alimenti che consumano, ma anche l’impatto ambientale associato alla loro scelta. Ad oggi sono stati coinvolti nel progetto 7.300 dipendenti in 15 Paesi, con ottimi risultati. Uno studio condotto in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli e il CNR di Avellino, e pubblicato nelle scorse settimane sull’International Journal of Food Science and Nutrition, ha evidenziato come dall’inizio del programma sia aumentato il consumo di pasta e pane integrali. È inoltre cresciuto il consumo di legumi ed è stato registrato un incremento del consumo di pesce e carni bianche, a discapito di quelle rosse, uova e formaggio.
 
SMART WORKING, MA NON SOLO
Parliamo del rivoluzionario progetto che garantisce flessibilità e un migliore rapporto vita personale/lavoro, di cui Barilla è stata precursore lanciandolo già nel 2013.
Il 2016 ha visto un ulteriore estensione del programma Smart Working. Il Gruppo ha infatti raddoppiato i giorni messi a disposizione per i propri impiegati d’ufficio in modalità “smart working”: da 4 ad 8 ogni mese, con un conseguente risparmio di tempo, costi e connesso beneficio per l’ambiente. Ad oggi in Barilla sono 1.700 le persone a livello impiegatizio che hanno aderito al progetto.
I risultati, finora, sono stati molto positivi. In particolare il beneficio più grande riguarda l’equilibrio vita privata/lavoro, che ha portato a un aumento della soddisfazione dei dipendenti.  Sempre allo scopo di agevolare i dipendenti nello svolgimento delle loro attività quotidiane anche extra-lavorative, sono stati inoltre introdotti in azienda numerosi servizi cosiddetti “salva-tempo”, come la raccolta pacchi in azienda per i dipendenti, la lavanderia interna e la possibilità di prenotare dei cestini take-away per cena, con menu sostenibili che prevedono diverse proposte che variano su base settimanale.

1877 - 2017
FROM GOOD FOOD...
TO GOOD FOR YOU, GOOD FOR THE PLANET
VISIT BARILLAGROUP.COM